Perché insegnare ai bambini a prendersi cura delle piante?

Nei primi anni del 1900 Maria Montessori valorizzava il contatto con la natura nella fase evolutiva dei bambini.

Montessori sosteneva “le cure premurose verso gli esseri viventi sono la soddisfazione di uno degli istinti più vivi dell’anima infantile.”

Ho chiesto  ad un’esperta del mondo vegetale,  Francesca Matti, Architetto del benesseredi darci qualche semplice consiglio per insegnare ai bambini a prendersi cura delle piante trasmettendogli anche il loro prezioso valore.

Di cosa ti occupi Francesca e come nasce la tua passione per le piante?

Il mio lavoro di “Architetto del Benessere” consiste nel creare ed accrescere lo stato di benessere nelle persone mediante la verde-terapia. Insegno ad interagire con le piante, recuperando così il bellissimo e importante rapporto tra uomo e natura.

Realizzo piccoli spazi verdi in cui le specie vegetali, con i loro colori e profumi, aiutano a raggiungere un equilibrio tra corpo e mente.

Fin da piccola ho giocato con la natura e l’ho ammirata nelle sue molteplice forme.

Da “grande” ho approfondito le tematiche ambientali con gli studi e ho trasformato in lavoro una tematica che mi è sempre stata a cuore: il verde utilizzato per il nostro benessere psico-fisico!

Cosa consigli ai genitori con il “pollice nero” che vogliono fare insieme ai figli un piccolo orto domestico?

Creare un orto domestico è un’idea semplice da realizzare, anche per chi ha un piccolo balcone e il pollice nero 😉

Consiglio di utilizzare dei contenitori che risultino ad “altezza bambino”, in modo che anche i più piccoli possano interagire facilmente con le piante (annaffiarle, annusarle, raccogliere i frutti).

Durante la fase di semina o di trapianto è importante che i bambini si divertano toccando con le loro manine la terra o i semi: in questo modo sviluppano l’esperienza sensoriale legata al tatto. La mamma potrà preparare i contenitori con la terra e il bambino preparerà la nicchia per deporre la piantina o i semi.

Un’altra attività divertente da fare con i propri bambini può essere quella di preparare i cartellini con scritti i nomi delle piante, oppure costruire un piccolo spaventapasseri o una girandola.

Idee per realizzare cartellini e girandole  con materiali di riciclo

www.greenme.it/abitare/orto-e-giardino/10194-etichette-orto-materiali-riciclati

http://www.terranuova.it/News/Stili-di-vita/Costruiamo-la-girandola-colorata

Quali benefici ne trarranno i bambini?

I bambini vivono queste attività come un gioco, un gioco che gli trasmette il senso di responsabilità e la conoscenza dei ritmi della natura!

Vedere come cresce un frutto o un ortaggio li aiuta ad apprezzare la pazienza e il rispetto nei confronti della natura e dei doni che ci offre. Si può anche porre l’attenzione sulla naturalità del cibo che ogni giorno mettiamo nel piatto.

Quali piante sono adatte allo sviluppo dei  5 sensi?

Sicuramente le piante più adatte per sviluppare la sensorialita’ nei bambini sono quelle aromatiche (prezzemolo, basilico, salvia, rosmarino, melissa, menta, ecc). Si possono toccare per apprezzarne la loro conformazione, si possono annusare, si possono ammirare le sfumature di verde o i colori dei loro fiorellini, si possono mangiare assaporandone il gusto e si possono ascoltare quando il vento le accarezza.

Che servizi offri tramite le tue consulenze?

Tramite la mia consulenza Fior di Loto aiuto i miei clienti ristabilire un contatto con la natura, soprattutto nel caso si viva in città. Mediante esercizi e strategie verdi aiuto a risvegliare i 5 sensi, a stimolare la creatività, ad identificare la propria Pianta Guida e a trovare una beauty routine tutta naturale.

Per quanto riguarda la parte di fitocosmesi, ho realizzato una mini guida gratuita per imparare a riconoscere i cosmetici davvero naturali e ho anche scritto un eBook “Coltiva il tuo Benessere” con racchiuse 35 strategie di bellezza interiore ed esteriore 100% green!

www.francescamatti.it

Risorse gratuite: http://www.francescamatti.it/in-regalo

Ebook: http://www.francescamatti.it/servizi/ebook

www.facebook.com/francescarchitettobenessere