Nel parco lombardo della Valle del Ticino, all’altezza di Turbigo, ho scoperto uno degli affascinanti ambienti naturali di questa area. Un posto tranquillo dove godere del fiume e passeggiare nel bosco che costeggia le sue sponde.

Questo luogo è valorizzato e reso ancora più avventuroso dalla presenza di un piccolo ponte Tibetano, unico nel suo genere in Lombardia, che potrai percorrere in fila indiana per circa 70 metri ad un’altezza di 8. Anche con mountain bike portata a mano.

Cosa Trovi

Arrivati in località 3 salti c’è un parcheggio nell’area sterrata a fianco del music pub La Cabotina. in cui poter bere, mangiare e ascoltare musica live nel mezzo della natura del parco del Ticino.

Addentrandosi nel parco è possibile passeggiare nei boschi, oltrepassare il ponte Tibetano di legno e acciaio, scegliere una spiaggetta per fare pic nic e rinfrescarsi con le acque del fiume.

Su un cartello informativo, durante la nostra gita alla diga del Panperduto, ho letto che il Ticino è soprannominato il “Fiume Azzurro”, ed è considerato tra i più puliti d’Italia.

Stando ai risultati delle rilevazioni degli ultimi anni che ho trovato in rete, pare non sia proprio così.

Gli scarichi di case e industrie non preservano la purezza delle sue acque, se non in alcune aree.

Nonostante questo, data l’assenza di particolari divieti, una timida pucciatina nell’acqua noi l’abbiamo fatta!

Ci sono punti in cui la corrente è piuttosto pericolosa ma altri sono assolutamente sicuri.

Curiosità sul ponte tibetano

Il ponte Tibetano più lungo del mondo si trova in Italia non lontano dalla Lombardia, nella piemontese Val di Susa tra i comuni di Cesana Torinese e Claviere.

Con l’attrezzatura messa a disposizione, si cammina sospesi nel vuoto tra pareti rocciose a un’altezza di 30 metri per 478 metri. E’ percorribile anche dai bambini!

Informazioni

Via Tre Salti,  20029 Turbigo MI

Riferimento pub La Cabotina www.facebook.com/LaCabotina/ 

Parco del Ticino, Turbigo (MI): un ponte tibetano tra bosco e fiume