Per prenderti una pausa dallo stress cittadino non è indispensabile organizzare viaggi in luoghi lontani.

Se abiti a Milano, e conosci i giusti percorsi, ti basteranno pochi chilometri per uscire dal cemento.

Lo sapevi che …

Il Naviglio pavese raggiunge la città di Pavia

il Naviglio grande porta al lago Maggiore

Il Naviglio Martesana arriva fino al lago di Lecco

Seguendo i navigli scoprirete scorci sulle conche, case antiche e vedrete il cambiamento del paesaggio che chilometro dopo chilometro diventa più rurale.

In questo articolo scopri come arrivare a Pavia in bicicletta con i tuoi figli, se ti piacciono le avventure 😉

Da Milano a Pavia in bicicletta con i bambini

Questo itinerario di circa 33 km è molto semplice, ma, a meno che non usiate il cammellino, cargo bike, carrellino o il seggiolino, per percorrerlo tutto è meglio che i bambini abbiano confidenza con le due ruote e i polpacci allenati.

E’ impossibile perdersi, basta seguire le acque del Naviglio pavese che placide escono dalla Darsena, in piazza 24 Maggio, per raggiungere a Pavia le acque del Ticino.

Il primo tratto in uscita dalla città è su strada, quindi, se avete deciso di far pedalare in autonomia il vostro bambino, bisogna prestare la dovuta attenzione.

In alternativa, suggerisco di caricare la bicicletta sulla metropolitana verde (le bici nel weekend sono sempre ammesse, mentre in settimana non è possibile trasportarle durante gli orari di punta) e di iniziare a pedalare da Assago. 

Ad Assago inizia la pista ciclabile segnalata con fondo rosso.

Lungo tutto il tragitto ci sono pannelli informativi che segnalano i chilometri percorsi e quelli mancanti per raggiungere un centro abitato, e la destinazione finale, Pavia.

Si supera Moirago e la deviazione sulla destra per Zibido San Giacomo, che congiunge in circa 13 chilometri il naviglio pavese con quello grande.

All’altezza di Badile si passa a pedalare sulla sponda sinistra del naviglio ombreggiata da numerosi pioppi.

Dopo poco si  arriva a Binasco, che si trova a circa metà strada tra Milano e Pavia (18 km) dove il centro storico e il castello meritano una deviazione.

Per chi avesse bisogno di una sosta qui è possibile fermarsi per un caffè o uno spuntino in uno dei locali in piazza.

Si riprende a pedalare sulla ciclabile immersa nella vegetazione, il cui fondo diventa sterrato per circa due chilometri prima di tornare sull’asfalto.

Al chilometro 25 da Milano si trova sulla sinistra la deviazione per la Certosa di Pavia!

Sul piazzale antistante la Certosa è possibile fare un pic nic per riposarsi prima di riprendere a pedalare o tornare indietro.

I 6 km che mancano per arrivare a Pavia vanno pedalati facendo attenzione. La ciclabile, un tempo segnalata in asfalto rosso, sta sbiadendo e passa da una carreggiata all’altra.

Per raggiungerla basta seguire le indicazioni per il centro e sulla sinistra vi apparirà il castello Visconteo con i Musei Civici.

Ritorno a Milano

Dalla Certosa di Pavia c’è il passante S13 che ferma a Rogoredo e alla stazione di  Milano Garibaldi. Supplemento di 3 euro per il trasporto bici.

Anche da Pavia si può rientrare a Milano con il treno, non prima di un buon gelato in una delle tante gelaterie del centro pedonale.

Sarete soddisfatti di concludere con dolcezza le piacevoli fatiche della giornata!

Clicca qui per approfondire la storia del naviglio Pavese

Assistenza lungo il percorso:

Cicli Drali via Agilulfo 16 Milano 0289504840

Cicli Destro via Bramante 1 Pavia 0382530671

MAPPA E TRACCIA GPX https://www.piste-ciclabili.com/itinerari/15-milano-pavia-lungo-il-naviglio-pavese

di Alberica Di Carpegna